User Tools

Site Tools


Sidebar

No ai soldati italiani all'estero

Indice

Eventi

Energia

Rigacci.Org usa energia elettrica da fonti rinnovabili, grazie al gruppo di acquisto Merci Dolci.

Merci Dolci - Energia Rinnovabile

Software libero!

Petizione contro i brevetti software

Faunalia: Soluzioni GIS professionali

Debian

www.gnu.org www.kernel.org

doc:appunti:android:termux

Termux

Emulatore terminale per Android e collezione di pacchetti GNU/Linux-like. Dopo aver installato l'emulatore è possibile installare con il comando apt diversi pacchetti con i tool da riga di comando più famosi (rsync, ssh, ecc.).

  • Termux
  • Termux:Widget (a pagamento sul Google Play Store, libero su F-Droid)
  • Termux:API

Il pacchetto Termux:Widget è particolarmente utile perché consente di aggiungere sul desktop un menu con un elenco di comandi eseguibili con un tap. Ogni voce di menu corrisponde ad uno script di shell installato in una apposita directory.

Essendo software open source, è disponibile anche la versione free su F-Droid. ATTENZIONE: la versione del Google Play Store e quella di F-Droid non sono compatibili tra loro (es. l'app Termux e l'app Termux Widget devono avere la stessa origine), perché sonon firmate con chiavi diverse e non possono installarsi nella stessa directory.

Dopo aver installato la app nell'ambiente Android, alla prima esecuzione, vengono scaricati da internet i bootstrap packages, cioè alcuni pacchetti che vengono scompattati nel root filesystem di Termux, cioè /data/data/com.termux/files/. Anche tutto ciò che verrà installato in seguito dal terminale verrà scaricata da internet e scompattato nel root filesystem.

Directory

/data/data/com.termux/files/ Praticamente è il root filesystem per l'ambiente Termux. L'installazione di pacchetti aggiuntivi, script utente, ecc. avviene in questa directory. Eliminando i dati della app Termux (da ImpostazioniAppTermuxSpazio di archiviazione) si elimina il contenuto di questa directory, ripristinando l'ambiente Termux al suo default.
/data/data/com.termux/files/usr/local/bin/ Script utente, impostare mode 700.
/data/data/com.termux/files/home/.shortcuts/ Ogni script installato in questa directory diviene una entry nel menu Termux Widget.
/data/data/com.termux/files/home/.ssh/ Configurazione ssh utente termux (chiave RSA pubblica/privata, ecc.)

Gestione pacchetti

Per la gestione dei pacchetti si usa pkg (che è un wrapper di apt), ciò rende non necessario aggiornare periodicamente la lista dei pacchetti disponibili.

Ecco i comandi per avere la lista di tutti i pacchetti disponibili, per installare da repository e disinstallare un pacchetto, per vedere i pacchetti già installati:

pkg list-all
pkg install [package name]
pkg uninstall [package name]
pkg list-installed

Per aggiornare tutti i pacchetti installati:

pkg upgrade

Se si ha il file di un pacchetto da installare, si uilizza il tradizionale dpkg di derivazione Debian:

dpkg -i ./package.deb

Repository

I repository di pacchetti si aggiungono installando degli speciali pachetti -repo. Il repository principale è attivato installando il pacchetto root-repo,

Problemi con aggiornamento distribuzione

Quando si aggiorna la app Termux, è necessario aggiornare anche l'ambiente Termux, cioè tutti i pacchetti che sono stati installati nel filesystem /data/data/com.termux/files/.

Da qualche parte si dice che per l'aggiornamento dovrebbe essere sufficiente eseguire nel terminale come i comandi tradizionali Debian per l'aggiornamento: apt update seguito da apt dist-upgrade, ma a noi è capitato di rendere l'ambiente Termux non più funzionante. Uno dei problemi era relativo all'aggiornamento del pacchetto essenziale libandroid-support, l'errore mostrato è:

E: This installation run will require temporarily removing the essential
package libandroid-support:aarch64 due to a Conflicts/Pre-Depends loop.
This is often bad, but if you really want to do it, activate the
APT::Force-LoopBreak option.
E: Internal Error, Could not early remove libandroid-support:aarch64 (2)

A quanto si apprende dal problema #4129, pare che non ci sia una via semplice per uscire dal problema. Installando manualmente i pacchetti con dpkg -i siamo arrivati ad una situazione di non funzionamento totale (programma tar senza librerie necessarie, quindi impossibile spacchettare e installare nuovi pacchetti).

Si risolve cancellando i dati della app, il che significa sostanzialmente svuotare la cartella /data/data/com.termux/files/ e quindi tutti i pacchetti installati e le personalizzazioni.

Pacchetti da installare

Si possono tutti installare con pkg install seguito dal nome del pacchetto.

  • openssh Server ssh. Questo è il primo pacchetto da installare, usando una sessione Termux direttamente sullo schermo del dispositivo Android. Dopo aver installato questo sarà possibile accedere più comodamente al dispositivo da un comune PC, via ssh, sfruttando il port forward di ADB (vedia più avanti).
  • mc vim rsync wget Sono i generici tool Unix, indispensabili.
  • python Linguaggio di programmazione, alternativa agli script shell. FIXME C'è da verificare quanto siano più onerosi in termini computazionali rispetto agli script shell.
  • termux-api Comandi per interfacciarsi con i servizi Android, ad esempio termux-location per accedere ai dati GPS, termux-camera-photo per scattare foto, termux-microphone-record per registrare audio, ecc.

Accesso alla SD Card

L'installazione predefinita non concede automaticamente a Termux il permesso di accedere allo storage Android (SD Card). Modificare da SettingsAppsTermuxPermissions. In questo modo sarà possibile nella shell Termux accedere al contenuto di /sdcard/ ecc.

Esecuzione script: "Permission denied"

ATTENZIONE: Almeno in alcune versioni di Android 6.0 c'è un problema di permessi che va oltre i canonici permessi rwx Unix, si tratta del security context di Selinux. Se un file viene creato ad esempio dalla adb shell dall'utente root e poi viene opportunamente attribuito all'utente Termux con i permessi opportuni, può comunque restare inaccessibile all'interno dell'app Termux. Ecco un esempio da una sessione terminale Termux:

id
uid=10099(u0_a99) gid=10099(u0_a99) groups=3003(inet),9997(everybody),50099(all_a99)
cd .shortcuts
ls -la
-rwxr-xr-x u0_a99   u0_a99         48 2018-07-05 09:51 01_prova
cat 01_prova
cat: can't open '01_prova': Permission denied

Con il comando ls -Z si vede che i file hanno un security context diverso; il file pippo1 è accessibile dall'utente Termux, mentre il file pippo2 non lo è:

-rwxr-xr-x u0_a99   u0_a99            u:object_r:app_data_file:s0:c512,c768 pippo1
-rwxr-xr-x u0_a99   u0_a99            u:object_r:app_data_file:s0 pippo2

Per cambiare il security context del file è sufficiente usare i comando:

chcon "u:object_r:app_data_file:s0:c512,c768" pippo2

Script .shortcuts

Ecco un esempio di script da eseguire tramite Termux Widget. È sufficiente crearlo nella directory /data/data/com.termux/files/home/.shortcuts/:

#!/data/data/com.termux/files/usr/bin/sh
exec /data/data/com.termux/files/usr/local/bin/rsync-documents

Problema ambiente Termux via ADB shell

FIXME Questa ricetta non è funzionante al 100%. In effetti i problemi sono due: accedere con adb shell come utente root ed avere l'ambiente Termux, oppure accedere sempre con adb shell, ma come utente termux, sempre avendo l'ambiente Termux funzionante. Vedere l'alternativa usando ssh con ADB port forward.

Se da un PC si accede al device via USB Debug e ADB shell non è semplice avere l'ambiente Termux funzionante; è infatti impossibile eseguire i pacchetti installati tramite pkg install dalla app Termux. Il problema è nelle impostazioni delle variabili d'ambiente PATH, LD_LIBRARY_PATH, ecc.

Con i permessi di root nella ADB shell è possibile ricreare l'ambiente opportuno. Come prima cosa si cambia utente da root a quello Termux (verificare il nome che viene determinato al momento dell'installazione di Termux, basta guardare il proprietario della directory /data/data/com.termux/files/) e quindi impostare le opportune PATH:

su u0_a99
export LD_LIBRARY_PATH=/data/data/com.termux/files/usr/lib
export PATH=/data/data/com.termux/files/usr/bin:/data/data/com.termux/files/usr/bin/applets
export HOME=/data/data/com.termux/files/home
export TMPDIR=/data/data/com.termux/files/usr/tmp
export TERM=linux
  • FIXME Sarà possibile eseguire i programmi installati in Termux, ma non si avrà i permessi per accedere alla rete, ecc.
  • FIXME Sarebbe preferibile impostare TERM=xterm-256color che dovrebbe essere l'impostazione predefinita di Debian e di Android e che dovrebbe garantire il funzionamento della maggior parte dei tasti funzione e tasti speciali (Home, End, ecc.). Purtroppo si è riscontrato un problema con Konsole, che pare non supporti la sequenza di controllo REP - Repeat ESC[Pnb, per cui alcuni programmi a tutto schermo risultano corrotti nell'output (ad esempio il Midnight Commander).

Se si mantiene l'utente root e si esegue solo l'impostazione delle variabili di ambiente, è possibile utilizzare l'ambiente Termux, con i permessi di root, via ADB shell, senza restrizioni (funziona anche l'accesso alla rete). A seconda delle circostanze si dovrà decidere se è preferibile l'ambiente root ADB shell predefinito oppure quello Termux, soprattutto per quanto riguarda la variabile PATH. In alcune circostanze è infatti è necessario utilizzare i tool contenuti in /system/bin/, /system/sbin/, ecc.

Eventuali script di shell dovranno utilizzare l'opportuna riga Shabang, alcune possibili scelte sono:

  • /system/bin/sh shell predefinita della ADB shell;
  • /data/data/com.termux/files/usr/bin/sh shell predefinita dell'ambiente Termux, di solito linkata a dash;
  • /data/data/com.termux/files/usr/bin/bash shell Bash, disponibile nell'ambiente Termux;

SSH con ADB port forward

Nell'ambiente Termux si installa openssh:

apt install openssh

quindi si esegue il demone sshd. Per comodità si può inserire il comando in uno script creato nella cartella .shortcuts/, in questo modo sarà possibile avviare il demone ssh con un tap sul Termux Widget. Ecco un esempio:

#!/data/data/com.termux/files/usr/bin/sh
echo "To connect from the ADB host:"
echo
echo "adb forward tcp:8022 tcp:8022"
echo "ssh localhost -p 8022"
termux-wake-lock
sshd
echo
echo "Wakelock requested, will run in background."
sleep 5

ATTENZIONE:

  • Si è eseguito termux-wake-lock prima di lanciare sshd. In questo modo si ha la garanzia che il processo non venga sospeso o rallentato dal sistema operativo Android. Questo richiede il permesso (tramite pop-up) di disattivare l'ottimizzazione batteria. Per revocare il permesso si va su SettingsBatteryThree dots menuBattery optimization.
  • Il demone eseguito nel terminale non sopravvive alla chiusura del terminale stesso.
  • Il demone non sopravvive al reboot del telefono.
  • FIXME: Quanta batteria consuma?

Poiché non è possibile usare l'autenticazione password, si deve autorizzare l'utente remoto con una /data/data/com.termux/files/home/.ssh/authorized_keys. Verificare i permessi e il SELinux security context sul file authorized_keys:

ls -lZ
total 16
-rw------- 1 u0_a96 u0_a96 u:object_r:app_data_file:s0:c512,c768  394 2019-09-17 11:08 authorized_keys
-rw------- 1 u0_a96 u0_a96 u:object_r:app_data_file:s0:c512,c768 1823 2018-11-07 17:41 id_rsa
-rw------- 1 u0_a96 u0_a96 u:object_r:app_data_file:s0:c512,c768  398 2018-11-07 17:41 id_rsa.pub
-rw-r--r-- 1 u0_a96 u0_a96 u:object_r:app_data_file:s0:c512,c768 1997 2019-08-10 07:51 known_hosts

Sul PC GNU/Linux avviare il port forward via ADB e poi collegarsi con ssh:

adb forward tcp:8022 tcp:8022
ssh localhost -p 8022

Termux:API

termux-location

usage: termux-location [-p provider] [-r request]
Get the device location.
  -p provider  location provider [gps/network/passive] (default: gps)
  -r request   kind of request to make [once/last/updates] (default: once)

Vedere Android Location Providers, Fused Location Provider API e Android Location Class.

  • gps Usa la posizione fornita dai satelliti, può necessitare di diverso tempo prima di una risposta. Richiede il permesso ACCESS_FINE_LOCATION.
  • network Determina la posizione con le celle telefoniche e gli access point WiFi, tramite una richiesta ai servizi Google. Richiede il permesso ACCESS_COARSE_LOCATION oppure ACCESS_FINE_LOCATION.
  • passive Determina la posizione senza iniziare una procedura di fix, ma sfruttanto altre applicazioni che l'hanno determinata a loro volta. Sebbene richieda il permesso ACCESS_FINE_LOCATION, potrebbe restituire una posizione coarse se il GPS non è attivo.
  • once Richiede la posizione al provider specificato. In caso di mancanza di segnale la risposta è vuota.
  • last Restituisce l'ultima posizione conosciuta del dispositivo, in effetti non attiva la lettura del GPS né dei segnali radio (celle telefoniche o WiFi), né richieste network.
  • updates Il Fused Location Provider API prevede di poter ricevere gli aggiornamenti della posizione, tramite una callback. FIXME Come è implementato questo metodo in Termux:API?

Quindi la richiesta di posizione meno dispendiosa in termini di batteria è quella che combina passive e last. Attenzione che in questo caso il dato potrebbe essere vecchio, e ciò è evidenziato dal campo elapsedMs (millisecondi):

termux-location -p passive -r last
{
  "latitude": 43.8922787,
  "longitude": 11.10043158,
  "altitude": 134.0,
  "accuracy": 49.3120002746582,
  "bearing": 0.0,
  "speed": 0.0,
  "elapsedMs": 796120,
  "provider": "gps"
}

termux-job-scheduler

Il comando consente di schedulare tramite il Job Scheduler di Android l'esecuzione di un comando. Pare che abbia una limitazione imposta da Android stesso, per cui il periodo più breve impostabile è di 15 minuti (900000 ms).

termux-job-scheduler --script /data/data/com.termux/files/home/bin/script --period-ms 901000
termux-job-scheduler --pending
Pending Job 0: /data/data/com.termux/files/home/bin/script  (periodic: 901000ms) (battery not low)

È possibile impostare alcuni flag per limitare l'esecuzione in base a vari parametri: network, battery-not-low, charging, etc. Vedere in proposito termux-job-scheduler --help.

La schedulazione Android non è precisa al secondo, ad esempio avendo impostato un periodo di 15 minuti, l'effettivo periodo misurato è andato da un minimo di 14:59 ad un massimo di 22:55.

Quando lo scheduler Android avvia un job, nella barra delle notifiche compare l'icona di Termux. Espandendo i pannello viene mostrato quanto segue:

Per poter cancellare un job in base al suo ID è necessario avere almeno Android Nougat, altrimenti è necessario cancellare tutti i job.

termux-telephony-cellinfo

Mostra informazioni sulla cella telefonica su cui si è registrato il telefono e quelle in prossimità:

  {
    "type": "lte",
    "registered": true,
    "asu": 30,
    "dbm": -110,
    "level": 2,
    "ci": 256427581,
    "pci": 154,
    "tac": 57734,
    "mcc": 222,
    "mnc": 50
  },
  {
    "type": "lte",
    "registered": false,
    "asu": 24,
    "dbm": -116,
    "level": 1,
    "pci": 358
  },

Questo il significato di alcuni dei campi:

cid GSM Cell ID, e.g. ???
lac GSM Location Area Code e.g. ???
ci LTE Cell ID, e.g. 256427581
tac LTE Tracking Area Code LTE e.g. 57734
pci Physical Cell Id. e.g. 154
mcc Mobile Country Code e.g. 222
mnc Mobile Network Code e.g. 50
doc/appunti/android/termux.txt · Last modified: 2019/10/18 16:44 by niccolo