User Tools

Site Tools


Sidebar

No ai soldati italiani all'estero

Indice

Eventi

Energia

Rigacci.Org usa energia elettrica da fonti rinnovabili, grazie al gruppo di acquisto Merci Dolci.

Merci Dolci - Energia Rinnovabile

Software libero!

Petizione contro i brevetti software

Faunalia: Soluzioni GIS professionali

Debian

www.gnu.org www.kernel.org

Altre libertà

MoVimento 5 Stelle Campi Bisenzio

tecnica:motori:alpinestars_munich

Giacca da moto Alpinestars Munich Drystar

Dainese da sempre, con qualche difetto

Utilizzo giacche da moto da oltre vent'anni ed ho sempre acquistato prodotti Dainese. Posso dire di averle usate ben oltre la media e di essere rimasto generalmente soddisfatto. D'altra parte se la moto attuale mi segue dal 1991 (22 anni) e con oltre 190.000 km all'attivo, da una giacca da moto mi aspetto che duri almeno 5-6 anni senza dare problemi.

Ad essere pignoli le giacche Dainese proprio perfette non sono state; alcuni modelli hanno riportato difetti secondo me imputabili alla progettazione, anche se si sono manifestati oltre il limite della garanzia di due anni. Su un modello ho avuto la perdita dell'impermeabilità della membrana dopo soli 2 anni, un altro modello ha sofferto della rottura dei pendagli delle chiusure lampo (quasi contemporaneamente per tutte le zip della giacca!), in un altro ancora si è deteriorata la gommatura impermeabile della falda posteriore, con conseguente macchiatura di tutti i pantaloni che andavo a indossare.

Proviamo Alpinestars: troppo Velcro e bottoni finti!

Quest'anno ho deciso di acquistare una nuova giacca. Volevo una 3/4 impermeabile con protezioni, adatta sia allo scooter che alla moto. Il mercato offre alcune scelte nella fascia di prezzo dei 200 euro, sebbene i miei precedenti acquisti fossero probabilmente di fascia superiore.

Dopo una ricerca on-line (inserzioni eBay, foto, video, ecc.) ho selezionato due giacche Alpinestars: la Messenger e la Munich Drystar. La scelta infine è caduta sulla Munich, soprattutto perché non sopporto le chiusure in Velcro: mentre la Messenger in un video risultava chiaro che ha il Velcro per il risvolto centrale, la Munich aveva una fila di bottoni centrali in bella mostra. Il prezzo su eBay era di 169 euro più 9 di spedizione tramite corriere, il venditore ha ottima reputazione e risponde prontamente.

La consegna è stata veloce: acquisto il venerdì sera e consegna il martedi mattina, ma la delusione è stata grande quando ho scoperto che i bottoni centrali sono finti! in realtà anche questa giacca - come la Messenger - ha la chiusura centrale in Velcro. La mia esperienza è che il Velcro perde molta della sua forza dopo circa un anno d'uso, senza parlare della noia che provoca appiccicandosi continuamente ai tuoi vestiti o a quelli delle persone che ti passano accanto. Polsini, risvolti delle tasche e chiusura del risvolto centrale sono realizzati in Velcro, tra un anno cominceranno a perdere efficacia mentre - sperabilmente - il resto della giacca rimarrà perfettamente funzionante.

Sinceramente non capisco il perché di certe scelte tecniche, quale sarebbe stato il costo aggiuntivo per i bottoni automatici? Sono certo che avrei speso volentieri qualche euro in più. Ho il sospetto che Alpinestars (come altri) scelgano di dare un'obsolescenza pianificata ai propri prodotti, esclusivamente per il proprio vantaggio e a danno dei clienti.

Per il resto sono abbastanza soddisfatto: la giacca è realizzata bene e con cura nei particolari. Il mio esemplare aveva un difetto nella cucitura del Velcro (sempre lui!) su un polsino. Il venditore si è offerto di sostituire il capo, ma ho preferito ripararlo da solo, visto che la cucitura non andava a intaccare la membrana impermeabile. La giacca è confortevole e calda, adeguata a questi mesi invernali. Alla prima occasione proverò l'impermeabilità. Temo che il tessuto esterno in cotone 100% possa essere noioso da bagnato, richiedendo molto tempo prima di asciugarsi. Le giacche in Cordura o simile hanno il vantaggio di sgocciolare e asciugarsi rapidamente.

Un paricolare: la chiusura lampo centrale è al contrario, cioè con inserimento a sinistra! Non riesco a spiegarmi la stranezza: sembra cosa di poco conto, ma vi garantisco che l'abitudine è dura ad essere cambiata e tutte le volte trovo complicato agganciare la chiusura.

Infine due parole sulla presenza Alpinestars in rete: del tutto insufficiente! Ci sono solo pochi modelli elencati (solo quelli in corso di produzione, suppongo), solo due fotografie dell'esterno della giacca, senza mostrare interno, parti staccabili, ecc. Per foruna ci sono i venditori che si spendono al posto della casa madre, ottimi i video di presentazione di alcuni prodotti che ho trovato su Youtube (anche se non in italiano, ma in inglese).


Profilo Google+

tecnica/motori/alpinestars_munich.txt · Last modified: 2013/02/04 11:53 by niccolo