User Tools

Site Tools


Sidebar

No ai soldati italiani all'estero

Indice

Eventi

Energia

Rigacci.Org usa energia elettrica da fonti rinnovabili, grazie al gruppo di acquisto Merci Dolci.

Merci Dolci - Energia Rinnovabile

Software libero!

Petizione contro i brevetti software

Faunalia: Soluzioni GIS professionali

Debian

www.gnu.org www.kernel.org

doc:appunti:android:desktop_replace

Lo smartphone Android al posto del notebook

È necessario portare con sé un notebook? Da quando è diventata abitudine avere sempre con sé uno smartphone, la domanda è sempre più attuale. Consideriamo la capacità computazionale di uno smartphone di fascia media: RAM da 2 Gb o più, processore oltre 1 GHz e 4 core, storage superiore ai 32 Gb, schermo Full-HD (1080p) o superiore; in pratica niente da invidiare ad un notebook che consente la normale attività informatica.

An Android Smartphone with keyboard and mouse

In particolare ho esplorato la possibilità di rimpiazzare il notebook con lo smartphone in queste due aree di lavoro:

  • Amministrazione di sistema da riga di comando GNU/Linux
  • Applicazione di web-mapping

Per il test ho individuato alcune aree critiche da considerare:

  • Tastiera - Quella virtuale su schermo è ovviamente insufficiente per una normale digitazione, sia perché occupa una porzione troppo importante dello schermo sia perché non ha il necessario feedback tattile.
  • Mouse - Per alcune attività la precisione del tap è assolutamente insufficiente, pensiamo ad esempio alla necessità di disegnare un percorso su mappa web.
  • Browser - Molte attività quotidiane sono svolte all'interno di un browser, in apposite web-app. Quelle più evolute richiedono l'impostazione desktop con orientamento orizzontale e richiedono il massimo dello spazio offerto dallo schermo.
  • Terminale - Molte attività di amministrazione di sistema richiedono l'uso di un terminale in modalità testo. È necessaria la totale compatibilità del character set (UTF-8) e dei caratteri di controllo (il vecchio VT100 è decisamente obsoleto).

Tastiera

Il problema tastiera è facilmente risolvibile con un modello bluetooth. Ho sperimentato un Perixx con layout US per Windows, che comprende i tasti Esc, Ctrl, Alt, Shift, Caps-lock, Backspace, Delete nonché i tasti funzione da F1 a F10. Questa tastiera non ha tasti speciali Android.

Dopo aver fatto il pairing è necessario aprire le Impostazioni Android ⇒ Sistema ⇒ Lingua e immissione ⇒ Tastiera fisica. In questa schermata si imposta il layout e si disattiva il Mostra tastiera virtuale.

Mouse e click destro

Per la mia applicazione di web-mapping preferita (maps.openrouteservice.org) è praticamente indispensabile avere un mouse: tracciare un percorso su mappa richiede il click e il trascinamento di precisione, il click destro, ecc. Ho risolto con un cavetto adattatore OTG con connettore USB 3.0 Type-C maschio da un lato e USB 3.0 Type-A femmina dall'altro (il mio smartphone ha connettore USB C). Il mouse è un Logitech wireless: è stato sufficiente inserire l'adattatore wireless nel cavo OTG e accendere il mouse: dopo pochi secondi la freccia del mouse è comparsa sullo schermo.

Con disappunto ho scoperto che il click destro viene intercettato da Android e non passa al browser. Per fortuna con una pressione lunga del tasto sinistro si simula il click destro.

Browser

Dopo qualche sperimentazione si è optato per l'installazione del browser Firefox per Android.

In generale una app web studiata per il desktop è opportuno che venga eseguita con tale impostazione: dal menu di Firefox si attiva la Modalità desktop,

Pan e pinch-zoom

Una applicazione web, per girare correttamente, deve in generale essere eseguita con zoom al 100% ed occupare il 100% della finestra (schermo). Purtroppo i browser Android hanno spesso funzioni di zoom che ingrandiscono automaticamente la porzione dello schermo che interessa; il risultato è che non tutta la schermata è visibile nel display. Si dovrebbe effettuare il pan con il trascinamento del dito, ma nelle applicazioni di web-mapping tale gesture è associata alla funzione pan della mappa. Anche la funzione di zoom della pagina è normalmente associata al pinch-zoom di Firefox: cioè per aumentare o diminuire la dimensione della pagina si esegue la manovra con due dita. Anche questa gesture viene però catturata ed interpretata dalla mappa, non dal framework che costituisce la pagina. In pratica pan e zoom vengono eseguite sulla mappa e non sulla applicazione.

L'unico escamotage trovato è poter aprire una porzione della web-app che non sia interessata dalla mappa e agire su quella porzione di schermo per effettuare il pinch-zoom al 100%.

Fullscreen

In generale i browser Android hanno la funzione di nascondere automaticamente la barra dell'indirizzo quando si fa scorrere la pagina verso l'alto. Purtroppo una applicazione di web-mapping occupa il 100% dello schermo e non prevede scroll, quindi la barra dell'indirizzo resta sempre attiva occupando spazio prezioso.

Una soluzione di compromesso è quella di installare l'add-on di Firefox per Android chiamato fullscreen, sviluppato da Adil Parvez. Dopo aver installato questa componente aggiuntiva (menu di Firefox, Componenti aggiuntivi), avremo la nuova voce fullscreen nel menu. Per uscire dalla modalità si usa il tasto Esc.

ATTENZIONE: Quando è attiva la modalità fullscreen, non funziona il pinch-zoom e il pan descritto al paragrafo precedente.

Scorciatoie da tastiera

Stranamente pochissime scorciatoie da tastiera sono disponibili nel browser. Abbiamo individuato solo le seguenti:

Ctrl-T New tab
+ Zoom-in
= Zoom-in 2X

Terminale

Si installa la app Termux e praticamente tutto funziona per magia.

doc/appunti/android/desktop_replace.txt · Last modified: 2020/07/28 15:39 by niccolo